Ristoratori: “Siamo stati responsabili, ma adesso basta: siamo arrabbiati neri”